Lettera di presentazione

Lettera di presentazione al XXIV Congresso Nazionale
Della Società Italiana di Psicologia Individuale
Torino 19-20 aprile 2013

 

A tutti i Soci della SIPI

Con grande piacere, Vi comunichiamo che il 23 marzo 2013 è stata fondata a Milano, da un gruppo di terapeuti adleriani, l’ “Associazione di Psicologia Individuale Alfred Adler di Milano”. Lo scopo di questa nuova associazione è quello di divulgare e di approfondire il modello teorico-pratico della Psicologia Individuale. La finalità dell’Associazione è culturale e scientifica attraverso la promozione di studi, ricerche, pubblicazioni, eventi scientifici, corsi informativi e formativi. Ulteriore obiettivo è la realizzazione di consultori medico-psicologici che rispondano alla domanda di interventi in vari ambiti: sociale, istituzionale e individuale.

L’Associazione intende operare in assoluta sinergia con la Società Italiana di Psicologia Individuale e cooperare con altri gruppi e associazioni adleriani sia italiani che internazionali.

Milano è stata la culla dell’adlerismo italiano grazie all’intuizione, al coraggio e all’opera di Francesco Parenti e di Pier Luigi Pagani, figure di grande spessore professionale, culturale e umano ai quali ci sentiamo sempre legati da riconoscenza e affetto. I due studiosi, in sinergia creativa e produttiva, hanno saputo fondare e condurre, con successo riconosciuto a livello internazionale, la Società Italiana di Psicologia Individuale, oggi presieduta e rappresentata con straordinario impegno culturale, etico e umano dal Prof. Gian Giacomo Rovera.

L’Associazione intende operare nell’area milanese e lombarda in rispettosa compresenza con le diverse realtà divulgative e formative della Psicologia Individuale già esistenti.

Abbiamo avuto l’opportunità di ricevere dai nostri Maestri una formazione di alta qualità professionale, morale e scientifica e ora sentiamo il dovere di ridare continuità a quell’esperienza profonda e proficua di anima adleriana, fondata sui principi della fratellanza e della cooperazione, soprattutto per tramandare questi valori ai giovani terapeuti.

La nostra iniziativa è stata accolta con entusiasmo da molti colleghi, non solo a Milano e in Lombardia. Abbiamo così avuto la conferma di aver percepito e raccolto una diffusa esigenza per ulteriori confronti scientifici e nuove esperienze professionali anche da parte di terapeuti “senior”. Abbiamo ricevuto richieste di adesione da parte di giovani terapeuti adleriani, alla ricerca di ulteriori riferimenti, di luoghi di professionalità e di cultura individualpsicologica. I giovani hanno espresso il desiderio di condividere nuove realtà pratiche basate sui quei fondamenti di collaborazione e pariteticità che Alfred Adler pose al centro della sua geniale visione psicologica del senso della vita comunitaria dell’uomo e che avevano teoricamente appreso durante la loro formazione.

Ringraziamo di vero cuore il Prof. Gian Giacomo Rovera per avere seguito e incoraggiato la nascita di questa nuova realtà adleriana con particolare attenzione e compartecipazione emotiva. Grazie!

I soci fondatori